venerdì 30 marzo 2012

Un classico di Pasqua...ma con la farina di farro!

Ecco una delle ricette che a Pasqua non può mancare...la classica torta pasqualina!
La ricetta è di mia zia, la zia Enza, ma l'ho rivisitata utilizzando al posto della farina 00, la farina di farro. E' venuta buona, molto buona!
La caratteristica che io ho sempre ammirato nelle torte che preparava mia zia è la stratificazione dei "coperchi"; più strati (e che siano sottili!!) compongono la copertura della torta pasqualina, più scenografica risulta! Io, purtroppo, per problemi di tempo, non sono riuscita che a farne 3, giusto per rendere l'idea.
Mi raccomando tra uno strato e l'altro è necessario spalmare un velo d'olio in modo che al taglio si abbia l'effetto di sfogliatura.
Volendo si può inserire prima di chiudere la torta un uovo (o più, a seconda dei gusti).
Per questa ricetta le dosi sono un po' approssimative perchè è una di quelle preparazioni che sono solita fare "ad occhio" per abitudine...




Ingredienti

per la pasta
200 gr di farina di farro
100 ml di acqua
3 cucchiai di olio evo
1 e 1/2 cucchiaino di sale

per il ripieno
1/2 cipolla
400 gr (circa) di bietoline lessate e strizzate
3 uova
2 pugni di parmigiano grattugiato
1 pugno di riso
sale
olio evo





Procedimento

Impastare la farina di farro con l'acqua, il sale e l'olio fino a quando l'impasto non risulti liscio ed omogeneo.
In una padella antiaderente mettere dell'olio e rosolare la cipolla tritata finemente. Pulire, lavare e lessare la bietola. Strizzarla per eliminare l'acqua in eccesso e sminuzzarla. Aggiungerla alla cipolla e far asciugare bene, facendola insaporire con la cipolla.
In una terrina battere le 3 uova, salare, aggiungere il parmigiano grattugiato, la bietola e infine un pugno di riso.
Tirare la pasta e rivestire una teglia, bucherellare il fondo con una forchetta e versarvi l'impasto. Preparare tanti coperchi di pasta quanti se ne vuole per la copertura e ricordarsi di mettere tra uno strato e l'altro dell'olio.
Infornare in forno caldo a 180° per 25 - 30 minuti controllando la cottura.
E' molto buona, a parer mio, assaporata a temperatura ambiente.




10 commenti:

  1. che forte questa torta!!bravissima!

    RispondiElimina
  2. Ti è venuta proprio bene, brava!!!!

    RispondiElimina
  3. Bella!!!
    E originale l'idea dei coperchi!!!
    Un bacio, ciao!!!

    RispondiElimina
  4. ma guarda che ripieno gustoso!

    RispondiElimina
  5. Buona e anche molto bella aggiungerei! :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. beh, anche con tre strati è favolosa! bellissima!

    RispondiElimina
  7. E' bellissima ed essendo super collaudata è sicuramente altrettanto buona!

    RispondiElimina
  8. è proprio una bellissima preparazione! la farina di farro non l'ho mai provata sai.. deve essere più "gustosa", saporita.
    Ti è venuta proprio bene, non c'è che dire!

    RispondiElimina
  9. Ciao!! mi sono appena unita al tuo blog.. giungendoci per caso, ma.. mi chiedo come ho fatto a non scoprirti prima! è davvero bella e buona questa tortina.. un classico sì, ma il tuo rivisitato con un tocco di raffinatezza che mi paice... segno tutto che.. quasi quasi nel picnic di Pasquetta questa ci sta! baci

    RispondiElimina