mercoledì 14 marzo 2012

Krumiri

Se l'altro giorno ho dedicato un post alla torta Tenerina, tipico dolce di Ferrara, non posso non dedicare un post ad una delle tante prelibatezze del mio Piemonte.
Il Piemonte vanta tante eccellenze, e non solo nell'ambito dei dolci.
Oggi vi voglio presentare i Krumiri, biscotti tipici di Casale Monferrato, dove la ditta Portinaro continua a produrli seguendo una vecchia ricetta -segreta- sin dal 1878.
Questi biscotti vennero ideati in onore del re Vittorio Emanuele II e la loro forma curva ricorda i "baffi a manubrio" che il re portava.
La mia mamma ha vissuto parecchi anni a Casale e mi racconta spesso del profumo inebriante che si respira entrando nel famoso negozio di via Lanza...ho voluto provare a riprodurlo nella mia cucina, calibrando le quantità degli ingredienti, cercando di avvicinarmi il più possibile al gusto originale.
Esperimento più che riuscito!!!



Ingredienti
350 gr di farina 00
125 gr di burro
140 gr di zucchero
1 uovo
2 tuorli
1 bustina di vanilina


Procedimento


Mescolare lo zucchero con il burro ammorbidito fino a formare una crema morbida; aggiungere l’uovo intero e i due tuorli e mescolare energicamente.
Aggiungere la farina e la vanillina; mescolare bene fino ad ottenere un composto compatto e abbastanza duro.
Mettere l’impasto in frigo per un’oretta circa, quindi prendere la pasta, formare dei bastoncini, tagliarli della lunghezza di 9 cm, modellarli con i rebbi di una forchettina, e dare la forma leggera di una curva.
Sistemarli su una teglia coperta di carta da forno.
Preriscaldare il forno a 200° e cuocere per 5 minuti, poi per altri 15 minuti a 180°. Sfornare e lasciare raffreddare.
Si conservano bene a lungo in scatole di latta.




 

14 commenti:

  1. Bellissimi e da provare immendiatamente! complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono tantissimo!!! Non sapevo che fossero ispirati ai baffoni di Vittorio Emanuele... molto curioso!!! :)

    RispondiElimina
  3. I krumiri mi sembrano buonissimi, le tue foto invogliano a provarli, allora, cosa faccio ancora qua?

    RispondiElimina
  4. ti dirò, io stasera mangerei anche krumini e latte =)

    RispondiElimina
  5. buoniiiiiiiiiiiiiiiiii!!!bravissima!

    RispondiElimina
  6. Non li avevo mai sentiti! Mi semrano davvero deliziosi... li provo quanto prima, oppure faccio un salto in Piemonte! ;)

    RispondiElimina
  7. Sono davvero perfetti, spiegami bene come fare la decorazione sopra che vorrei rifarli al più presto! Grazie per la visita, ricambio con piacere qui è tutto molto bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Io ho ottenuto la decorazione in modo molto artigianale...utilizzando i rebbi di una forchetta. Ne ho una piccolina, con i rebbi sottili che è risultata perfetta. Basta imprimere i rebbi sia nel senso della lunghezza che della larghezza del biscotto in modo da ottenere le classiche striature. Non è difficile...magari il primo non verrà bellissimo, ma poi con un po' di pratica vedrai che riusciranno perfetti! Fammi sapere se li provi, se ti piacciono! Buona giornata, Iolanda

      Elimina
  8. Ti sono venuti davvero benissimo, complimenti!
    Alla prossima

    RispondiElimina
  9. Adoro i Krumiri. Devo assolutamente provarli!

    RispondiElimina
  10. Ho appena fatto la tua ricetta, veramente buoni! Ho letto diverse ricette e alcuni lo fanno metà farina 0 e metà mais...

    RispondiElimina