martedì 17 gennaio 2012

Le bracioline di nonna Lina

Ecco una di quelle ricette che mi riportano a quando ero piccina ed andavo a pranzo a casa dei miei nonni, di origine pugliese, e la nonna preparava per noi "le bracioline".
Il solo assaggiarne un boccone mi fa riassaporare e rivivere i gusti e i sapori che appartengono al passato. 
Contrariamente a quello che si può immaginare parlando di braciole e cioè le classiche costolette di maiale, la nonna quando parlava di bracioline si riferiva ad un secondo preparato con fettine di carne di manzo arrotolate e cotte a lungo nel sugo rosso.
Per quanto sia un piatto semplice negli ingredienti ultilizzati e facile da preparare, è una vera delizia, sia per il gusto sia per quello che rievoca.
Il segreto per assaporarle al meglio è quello di farle cuocere per più di 2 ore in modo che la carne sia tenerissima e il sugo si insaporisca bene del gusto della carne stessa e possa poi essere riutilizzato per condire un buon piatto di pasta.





Ingredienti per 4 persone

per le bracioline
8 fettine scelte di scottona
prezzemolo
aglio
sale

per il sugo
passata di pomodoro
alloro
sale

Procedimento

Preparare un sugo molto diluito, mettendo un filo d'olio nella passata di pomodoro alla quale si aggiugono 2 bicchieri d'acqua, del sale e una foglia di alloro. Si porta ad ebollizione e si inseriscono poi le bracioline precedentemente preparate.
Si stende la fettina di carne, che dovrà essere molto sottile, si sala, si sistema una generosa manciata di foglie di prezzemolo, precedentemente pulito e lavato. Al centro del prezzemolo si mette uno spicchio d'aglio intero, al quale consiglio di togliere l'anima in modo da consentire all'aglio di emanare il suo profumo senza però risultare troppo intenso. Lo spicchio d'aglio va messo intero in modo tale che chi non gradisce mangiarlo, lo può facilmente eliminare quando si accinge a tagliare e mangiare la braciolina. Arrotolare la fettina ad involtino ben stretto e chiudere con uno stuzzicadenti. Immergere nel sugo al bollore ed abbassare la fiama. Coprire e lasciar cuocere per almeno due ore.

3 commenti:

  1. Non mangio più carne da tanto tempo ma ricordo benissimo quanto fossero buone:mia suocera metteva anche sottili scaglie di parmigiano.
    Complimenti per il sito!

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il tuo blog, e soprattutto in bocca al lupo per questa nuova avventura! :-)))

    RispondiElimina
  3. Complimenti per le bellissime foto e ricette!! Bravissima!!

    RispondiElimina