mercoledì 9 ottobre 2013

Pere madernassa al vino


Le pere Madernassa sono tipiche della zona del cuneese e  sono pere che rivelano le loro migliori caratteristiche cotte, anche se si possono mangiare crude, quando mature. L'inizio del raccolto coincide proprio in questo periodo.
Sono pere di dimensioni medio-piccole, buccia sottile piuttosto ruvida, rugginosa, con molte lenticelle irregolari, hanno una polpa bianco-giallognola, croccante.
Dovendo mangiarle cotte perché non aggiungere quel tocco in più che le rende un gradevole fine pasto, un po' frutta, un po' dolce?
Questa è la ricetta "storica" della mia mamma, storica nel senso che fin da quando io ero piccolina ricordo che lei le preparava e a me non era ancora dato assaggiarle...crescendo le cose son cambiate, io le gusto con piacere, ma la ricetta è sempre quella: una garanzia!
La mia mamma ha sempre utilizzato le pere Martin Sec per questa preparazione, ideali per la loro piccola dimensione, per la polpa croccante e soda e dal sapore dolce. La pera Martin Sec, anch'essa tipica piemontese, si raccoglie, però, da metà ottobre a metà novembre.




Ingredienti

1 kg di pere Madernassa
200 gr di zucchero
cannella
1 bicchiere di vino rosso
qualche chiodo di garofano
1 bicchiere di acqua

Procedimento

Lavare bene le pere e disporle in una teglia larga e bassa, in modo da non sovrapporle, ma da affiancarle l'una all'altra ben strette.
Versare l'acqua, lo zucchero, la cannella e i chiodi di garofano e far cuocere per 15 minuti coperte.
Trascorso questo tempo, versare il vino rosso (meglio se ad alta gradazione alcolica) e far bollire fino a quando le pere non risultino cotte.
Prelevare le pere con delicatezza, avendo l'accortezza di non rompere il picciolo e disporle in un piatto da portata. Far addensare il sughetto di cottura, fin quando raggiunga una densità tale da non essere né troppo liquido né troppo solido, considerato che una volta raffreddato tende ad addensarsi ulteriormente.
Versare subito il liquido distribuendolo sulle pere.
Assaporare le pere a temperatura ambiente.

12 commenti:

  1. Grazie per la condivisione!
    http://restaau.it/Search/City/ristoranti-bergamo.html

    RispondiElimina
  2. Ciao Jolanda e bentrovata!
    Arrivo qui grazie alla segnalazione di Chiara (La voglia matta) e ti faccio subito subito i miei complimenti.
    Le due varietà di pere che nomini (Madernassa e Martin Sec), non ho mai avuto il piacere di trovarle qui da me. Sarei proprio curiosa ad assaggiarle.
    Vino, cannella e chiodi di garofano mi ricordano il vin brulè e le pere con quella salsa devono essere irresistibili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente sono delle pere che non sono facili da trovare al di là del Piemonte...purtroppo! Sono molto buone e le ho preparate anche per il compleanno di mia figlia la scorsa domenica, più per i genitori degli amichetti, in realtà ;). A presto! Iolanda

      Elimina
  3. Anch'io ho scoperto il tuo blog tramite la voglia matta di Chiara e mi sono unita ai tuoi lettori con molto piacere.E' sempre bello scoprire nuovi blog di cucina.
    Complimenti per questa ricetta che anch'io tempo fa ho postato ma con la variante di una crema al caffè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Spero che tu possa trovare altre ricette interessanti tra le mie pagine! A presto, Iolanda

      Elimina
  4. Ciao vengo dal blog di Chiara.
    Non conosco queste tipologie di pere, ma il modo come le hai cucinate mi piace molto sia per il profumo che per il sapore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sapore è davvero qualcosa di delizioso...per non parlare dello sciroppo di vino che le accompagna! ...spero che tu possa trovare tra le mie pagine altre ricette di tuo gradimento! Ciao, Iolanda

      Elimina
  5. Ciao.. arrivo dritta dalblog di Chiara!!! Complimenti per il tuo e la passione per il cibo.. e la fotografia!! Queste foto parlano da sole.. per una ricetta che conosco anche essendo romana.. diciamo che è l'unico modo per farmi piacere alla follia le pere.. hihi:-) bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, sono felice di "esserti piaciuta"! Ti aspetto a curiosare tra le altre mie ricette! A presto, Iolanda

      Elimina
  6. Vengo a curiosare dal blog di Chiara. Comincerò a seguirti. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. Ringrazio ancora Chiara per averci fatto conoscere!!!! Complimenti le tue ricette sono veramente interessanti e ben presentate. Ciao.

    RispondiElimina