martedì 4 dicembre 2012

Nonna Luciana...tra chiacchiere e cappellacci di zucca!!!


Sabato pomeriggio ho avuto la fortuna di poter assistere alla preparazione dei cappellacci di zucca ferraresi ad opera di una ferrarese doc, la signora Luciana, nonna Luciana, la mamma della mia amica Lorena.

A me piace molto preparare la pasta fresca in casa, l'ho fatta tantissime volte ma, devo confessare, ho sempre tirato la sfoglia con la macchinetta, l'Imperia, e mi incuriosiva scoprire i "trucchi" per tirarla a mano. Per di più volevo capire come preparare quei meravigliosi cappellacci di zucca che avevo avuto la fortuna di assaggiare a cena, un annetto fa, proprio da Lorena...ed è così che è nata l'idea di questo pomeriggio un po' particolare.

E' stato un bel pomeriggio, trascorso in allegria tra chiacchiere e lavoro, per riuscire a preparare i circa 300 cappellacci che la domenica abbiamo gustato tutti insieme a pranzo.
Nonna Luciana è stata simpaticissima oltre che molto gentile nel mettere a nostra disposizione la sua enorme esperienza ...diciamo pure che ha alle spalle circa 60 anni di esperienza!!!



...ma se la sfoglia l'ha tirata con una maestria incredibile nonna Luciana...poi i cappellacci li abbiamo preparati tutte insieme.

Osservati con attenzione i movimenti delle mani di nonna Luciana, sono riuscita anche io a chiudere correttamente i cappellacci!


 
 
 
Ed ecco qui il team: Francesca, Lorena, nonna Luciana, io ed Emanuela!
 
Il segreto della buona riuscita dei cappellacci di zucca è, a parer mio, sia nella sfoglia, sia nel ripieno. La sfoglia deve essere sottile, ma solo il tatto può decretarne lo spessore giusto e il ripieno deve essere ben bilanciato per risultare gradevole e non esageratamente dolce.
 
Per 1 kg di zucca cotta al forno e lasciata scolare bene in modo da perdere tutta l'acqua in eccesso, abbiamo aggiunto al ripieno 200 gr di parmigiano grattugiato, mezzo cucchiaino scarso di noce moscata e 2 cucchiai di pan grattato. Questo ripieno è stato utilizzato per riempire una sfoglia preparata con circa 800 gr di farina, 8 uova, un filo d'olio e un pizzico di sale!
 
 

8 commenti:

  1. FANTASTICO QUESTO POST!!!! BRAVISSIMA NONNA LUCIANA!!!! IO HO IMPARATO A CUCINARE ED AD APPASSIONARMI ALLA CUCINA GRAZIE A MIA NONNA PER CUI CONDIVIDO IN PIENO IL TUO PENSIERO!!! E GRAZIE PER LA PREZIOSA CONDIVISIONE!!!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo!!!! Che sfoglina questa nonna Luciana, caspita siete state bravissime!!!!! E chissà che bontà!!!!

    RispondiElimina
  3. Non so se acquisiremo mai la maestria di queste donne. Splendidi i cappellacci. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. che nonna! che mani sapienti, un film della tradizione dai sapori antichi e "quasi" perduti. grazie di averlo condiviso!

    RispondiElimina
  5. bravissima Nonna Luciana!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. che bello questo post, che bella questa signora! e quei cappellacci... perfetti!!! brave tutte. baci

    RispondiElimina
  7. Brava nonna Luciana!!! Buoni i cappellacci! Bello il blog! Ciao!

    http://sisterspetreideas.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Brava nonna Luciana!!! la ricetta della piadina con la zucca ce l'ha? grazie in anticipo....

    RispondiElimina